GINECOMASTIA NELL’UOMO

GINECOMASTIA NELL’UOMO: INTERVENTO CHIRURGICO A VARESE, COMO E TICINO

La ginecomastia è un termine medico utilizzato per descrivere l'ingrandimento anomalo delle mammelle nelle persone di sesso maschile. Si parla di ginecomastia vera quando questo aumento della ghiandola mammaria nell’uomo si verifica per incapacità del fegato di eliminare in modo efficace gli estrogeni in eccesso. Una simile condizione può derivare anche in caso di eccessiva conversione del testosterone in estrogeni per l’assunzione di ormoni femminili. In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria appunto, a determinare questo aumento di volume (ginecomastia falsa o lipomastia). In entrambi i casi si può ricorrere alla chirurgia plastica con un intervento che ridurrà il volume della ghiandola mammaria.

La ginecomastia può essere causata da: cambiamenti ormonali, perdita eccessiva di peso, condizioni ereditarie o altre malattie . Si tratta di un’anomalia dello sviluppo della mammella che durante la pubertà nell’uomo, in casi normali, si atrofizza. Intervenendo chirurgicamente, l’aspetto del torace sarà più maschile e la visibilità dei bordi del muscolo più visibile. Gli uomini che si sottopongono a questo intervento sono numerosissimi. La scelta deriva infatti anche da un problema psicologico che rende l’uomo in questione vulnerabile ed insicuro. Ricorrere alla chirurgia estetica in questi casi aiuta il benessere psico-fisico del paziente donando sicurezza ed equilibrio.



GINECOMASTIA UOMO NEL DETTAGLIO:

TECNICHE INTERVENTO CHIRURGICO

Esistono varie tecniche che possono essere utilizzate per trattare la ginecomastia in base alla grandezza e forma dei seni. Negli studi del Dr. Castelli a Varese,Como e zona Ticino, vengono definiti i dettagli della tecnica dell’intervento, in una prima visita e consulenza direttamente con il chirurgo. In generale, il procedimento consiste nel realizzare un'incisione a livello del bordo inferiore dell'areola per estrarre la ghiandola. Nei casi in cui la ginecomastia è causata solo da un eccesso di grasso, sarà utilizzata la lipoaspirazione. In alcuni casi è necessario combinare le due tipologie d'intervento. La tecnica utilizzata varia in relazione alla composizione di tessuto della mammella e in base ai casi. Il recupero è in genere abbastanza rapido, è però importante limitare l'attività fisica. Si deve evitare qualsiasi esercizio pesante, alzare, spingere o tirare pesi per un periodo di circa 4-6 settimane. Nel post-intervento è necessario indossare una guaina elastica apposita durante le prime 4-6 settimane. Il risultato definitivo così come il recupero della sensibilità si apprezzerà intorno al 3° mese. Questo perché la cute deve adattarsi al nuovo volume mammario. L'esposizione diretta ai raggi solari è da evitare per circa 6 mesi.


marco - Chirurgo plastico Varesecastelli - Chirurgo plastico Varesechirurgo - Chirurgo plastico Varese
plastico - Chirurgo plastico Varesevarese - Chirurgo plastico Varesecastellimarco - Chirurgo plastico Varese

RISCHI E COMPLICANZE DELL'INTERVENTO CHIRURGICO DI GINECOMASTIA NELL'UOMO


Come tutti gli interventi chirurgici, anche l'intervento di ginecomastica uomo potrebbe prevedere rischi e casi particolari. Alcuni possono essere di carattere generale, comuni a tutti gli interventi chirurgici come emorragie, infezioni, sieroma, reazioni indesiderate all'anestesia. Altre possibili conseguenze dopo una ginecomastia sono la comparsa di ematomi, l'ipertrofia cicatriziale, la retrazione del capezzolo, infezioni e le alterazioni della sensibilità del capezzolo. In generale potrebbero verificarsi anche gonfiore e indolenzimento della parte interessata.


trigger - Chirurgo plastico Varesehome - Chirurgo plastico Varesesono - Chirurgo plastico Varese

FAQ

Richiedi informazioni al Dottor Marco Castelli compilando questo form, aggiungi i dati richiesti ed esponi al Dottore il motivo della richiesta. Sarai presto ricontattato/a dal nostro studio.

Quanto dura un intervento di ginecomastia?

La durata di un intervento di ginecomastia varia a seconda della condizione di base e della tecnica chirurgica utilizzata. In generale, l’intervento dura da 40 minuti a 2 ore.
Nelle forme più lievi, in cui è presente solo un accumulo di grasso, l’intervento può essere eseguito in anestesia locale con sedazione. In questo caso, la durata dell’intervento è di circa 40 minuti.
Nelle forme più gravi, in cui è presente anche un eccesso di tessuto mammario, l’intervento può essere eseguito in anestesia generale. In questo caso, la durata dell’intervento è di circa 1-2 ore.

Come capire se è ginecomastia?

La ginecomastia è un ingrossamento del tessuto mammario maschile. È una condizione comune che può verificarsi a qualsiasi età, ma è più frequente negli adolescenti e negli uomini di mezza età.
Il sintomo principale della ginecomastia è l’ingrossamento di uno o entrambi i seni. Il tessuto mammario può essere morbido o duro, e può essere doloroso o non doloroso. In alcuni casi, può verificarsi anche un aumento della sensibilità del capezzolo.
La diagnosi di ginecomastia è generalmente effettuata dal medico curante durante l’esame fisico. Il medico palperà i seni per valutare la consistenza del tessuto mammario e per escludere altre possibili cause di ingrossamento mammario, come il tumore al seno maschile.


Contattaci

Richiedi informazioni al Dottor Marco Castelli compilando questo form, aggiungi i dati richiesti ed esponi al Dottore il motivo della richiesta. Sarai presto ricontattato/a dal nostro studio.

    Il tuo nome (obbligatorio)

    Il tuo indirizzo email (obbligatorio)

    Telefono (obbligatorio)

    Messaggio

    Inviando il messaggio dichiari di aver accettato l’Informativa sulla Privacy visibile cliccando QUI

    Copyright by Crisalix.com 2023. All rights reserved.